4.4.16

Urlo al vento

Urlo al vento
travolto,
da sconforto avvolto,
con sentimento incolto
che dentro di me porto.

Questo ardore, che
come fuoco dentro
di me giace,
a lungo andare
logora
e il mio fragile corpo
tace.

Attendo in silenzio,
con mano tremante
che picchietta con violenza
contro le ante
di un armadio,
custode di troppi scheletri
che presto torneranno, tetri.